Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Incontri per i docenti... > Incontro sul tema "La città delle donne. La repubblicane 1848 - 1849"
24/02/2017

Incontro sul tema "La città delle donne. La repubblicane 1848 - 1849"

Tipologia: Incontro

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Rosanna de Longis sul tema "La città delle donne. La repubblicane 1848-1849 "
#educaRoma

L’incontro, curato da Rosanna De Longis, approfondisce la  presenza femminile Il 1848 costituisce uno snodo cruciale della storia europea per il concorso di forze sociali e di soggetti politici. In questo contesto la presenza femminile ebbe un risalto evidente e di immediata percezione. In Francia le donne non si accontentarono di combattere sulle barricate, ma ingaggiarono una battaglia ben più impegnativa per i diritti politici.
Non può dirsi lo stesso dell’Italia, dove le donne appaiono assenti dal processo di attivazione della società civile che precedette il 1848. Tuttavia, gli eventi di quegli anni sono stati successivamente  considerati, dalle protagoniste dei movimenti  di emancipazione, costitutivi del senso di appartenenza delle donne alla comunità nazionale e attraverso la  memoria del 1848 una nutrita schiera di donne fa il suo ingresso nel pantheon della nazione italiana. Gli esperimenti repubblicani del 1849 di Roma e Venezia rappresentarono, infatti,  un momento di grande visibilità delle donne. A Roma, dopo lo sbarco dei francesi a Civitavecchia e nell’imminenza dell’attacco alla città, nell’aprile del 1849, viene emanata  dalle autorità una serie di provvedimenti per organizzare le forze militari e per allertare e proteggere la popolazione.
Anche le donne romane vengono sollecitate a intervenire nella raccolta di materiali di medicazione per i feriti e, a quanto attestano i giornali del tempo, rispondono in gran numero all’appello del Comitato di soccorso ai feriti. Tra le altre Cristina di Belgiojoso svolse un ruolo di primo piano nell'organizzazione delle “ambulanze”, i punti di soccorso e assistenza  ai feriti. La caduta della Repubblica fu seguita da  accesi contrasti che divisero i protagonisti stessi di quell’esperienza e anche  la presenza e l’operato delle donne  fu oggetto di animate polemiche.

Informazioni

Luogo
Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
Orario

Venerdì 24 febbraio 2017 ore 16.00
La data dell'appuntamento potrebbe subire variazioni
Massimo Partecipanti: 30 persone

Biglietto d'ingresso

L'incontro è gratuito

Informazioni

Prenotazione obbligatoria
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 21.00)

Numero massimo di partecipanti: 30

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI

Sapienza Università di Roma
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (età moderna-età contemporanea / magistrale) al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

Università degli Studi Roma Tre
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura-Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

Accademia di Belle Arti
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Prenotazione obbligatoria
Sito web
www.sovraintendenzaroma.it
Organizzazione

Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Ufficio attuazione del programma delle attività di catalogazione e attività didattiche

torna al menu di accesso facilitato.


torna al menu di accesso facilitato.