Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Eventi > Fuoco e mitragliatrici. Canti della Prima Guerra Mondiale
04/11/2014

Fuoco e mitragliatrici. Canti della Prima Guerra Mondiale

Tipologia: Concerto

Nella ricorrenza della vittoria di Vittorio Veneto, un concerto con brani toccanti che, a cent’anni dallo scoppio della Grande Guerra,  fanno riflettere sulla tragedia di un conflitto che causò oltre nove milioni di vittime tra i soldati e circa sette milioni tra i civili.

La musica ha fatto parte da sempre della vita dei soldati, nei campi di battaglia o nelle retrovie,  e sono tanti  i canti nati  in quelle dolorose circostanze.  
Le canzoni di questo concerto – promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina con i servizi museali di Zètema Progetto Cultura, parlano della Prima Guerra Mondiale, delle  sofferenze subite al fronte, descrivono i luoghi delle battaglie, raccontano il dolore  per i lutti,  la struggente  nostalgia della casa, della madre  lontana, ma anche la speranza di rivedere la donna amata, che aspetta il soldato nel luogo natio.
Sono brani toccanti che, a cent’anni dallo scoppio della Grande Guerra, fanno riflettere sulla tragedia di un conflitto che causò oltre nove milioni di vittime tra i soldati e circa sette milioni tra i civili.
La raccolta nasce da un’accurata ricerca condotta da Graziella Antonucci, ed è proposta al pubblico nella data simbolica del 4 novembre che, sul finire del 1918, segnò con la decisiva battaglia di Vittorio Veneto, la fine per l’Italia del Primo Conflitto Mondiale.
Docente di lettere, Graziella Antonucci da anni  si  occupa di musica  popolare, anche come  ricercatrice  sul  campo.  Ha  studiato  canto contadino con  Giovanna Marini presso la "Scuola  popolare di Musica di Testaccio" a Roma. Ha fatto parte di vari gruppi  di musica tradizionale; è stata una  delle voci della “Bosio Big Band” di Ambrogio Sparagna, col quale ha  compiuto tournée in Europa, e ha collaborato col Maestro Anton Giulio Perugini, sotto la cui Direzione ha eseguito Laudi Medievali a Roma e a Todi.  Ha  tenuto Concerti per il Comune e la Provincia di Roma e per altri Comuni. Ha  svolto  importanti  ricerche di canti tradizionali nel territorio laziale, di canti popolari  legati al Risorgimento, alla Storia italiana  della prima metà del ‘900 e alla condizione femminile.
Graziella Antonucci è accompagnata da Marco Quintiliani (chitarra, 2ª voce, armonica), Docente di  Scienze, che ha intrapreso da giovanissimo lo studio della chitarra e ha fatto parte del Coro “Going Gospel” diretto dal Maestro Giacomo Dell’Orso. Da alcuni anni collabora con Graziella Antonucci, curando l’arrangiamento musicale: con lei ha realizzato gli ultimi sei  CD e ha  tenuto molti Concerti.

Brani in concerto
Fuoco e mitragliatrici
Tapum tapum
Maledetta la guerra
Monte Canino
Ninna nanna della guerra
O Gorizia
Era una notte che pioveva
Quando fui sui monti Scarpazi
La canzone del Piave                           
'O surdato ‘nnammurato

Graziella Antonucci Voce
Marco Quintiliani Chitarra
Immagini a cura di Guglielmo  Rullo 

Informazioni

Luogo
Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
Orario

Martedì 4 novembre 2014
ore 21.00

Biglietto d'ingresso

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Gratuito
Informazioni

Tel. 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00)

Documenti

application/pdf Locandina (1,14 MB)
application/pdf Programma (1,63 MB)

torna al menu di accesso facilitato.


torna al menu di accesso facilitato.